Lunedì, Aprile 22, 2019
A- A A+

Info sede (3)

emblema repubblica italianaIstituto Tecnico Tecnologico "Galileo Ferraris"New Logo ITI Galileo Ferraris - thanks to Marco Urso

Articolazioni: Elettronica, Energia, Grafica, Informatica,Corso Sportivo.

Via Motta n° 85 - 95037 San Giovanni La Punta (Catania)
Tel. 095 6136780  - FAX 095 6136779
Codice meccanografico: CTTF13000N Email: cttf13000n@istruzione.it --- cttf13000n@pec.istruzione.it

 

Benvenuti! Welcome! Bienvenue! Bienvenido! Willkommen! Dobrodošli!


Premesso che la vigilanza è un obbligo che investe tutto il personale scolastico, riguardando in via primaria i Docenti, ma anche i Collaboratori Scolastici ed il personale Assistente Tecnico per le parti di specifica competenza; tenuto conto che l’obbligo della vigilanza ha rilievo primario rispetto agli altri obblighi di servizio (art. 2048 Codice Civile; artt. 18 e 22 del D.P.R. 3/57; art. 61 della Legge 312/80); che l’insegnante ha l’obbligo della vigilanza nei 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni (art. 42 del CCNL/95 e art. 29 c. 5, CCNL Scuola 2006/2009); che l’insegnante ha l’obbligo della vigilanza durante le ore di lezione, durante gli intervalli (art. 99 del R.D. 965/24) e durante l’uscita degli allievi dalla scuola; considerato che spetta al DSGA predisporre attraverso il piano delle Attività l’organizzazione di tutto il personale ATA assicurando l’organizzazione della vigilanza durante le attività scolastiche ed extrascolastiche e ponendo in essere tutte le misure organizzative del personale ATA per garantire la sicurezza nell’ambiente scolastico, come disposto dal Profilo Professionale (CCNL 2006/2009),
il Dirigente Scolastico, nell’ambito delle sue competenze organizzative, dispone, in via preventiva, alcune misure per assicurare la vigilanza sugli allievi in particolare quando minori. Si rammenta che l’attività nell’ambito dell’intervallo è considerata quale attività didattica che si esplica nelle forme della socializzazione tesa a consentire agli studenti il recupero psicofisico- funzionale, per una maggior efficacia del restante monte ore di lezione.
Alla luce di quanto sopra richiamato, al fine di regolamentare la vigilanza sugli alunni durante gli intervalli, si dispone che detta vigilanza venga effettuata dai Docenti impegnati nelle classi secondo il loro orario di servizio (tenuto conto che trattasi di orario di servizio a tutti gli effetti) permanendo sulla porta dell’aula o nella zona antistante per poter vigilare sugli studenti in quanto in questa fase di socializzazione, sia essa inclusa – come nel caso in essere – nel contesto dell’attività didattica, che al di fuori della stessa, è da sempre richiesta una maggiore attenzione sugli studenti per evitare eventi dannosi anche a danno di terzi.
I Collaboratori scolastici durante le fasi di intervallo vigileranno, oltre le aree di competenza, secondo il piano predisposto dal DSGA (con particolare attenzione agli ingressi secondari degli edifici).
Si ricorda inoltre che gli studenti e i docenti in servizio non possono recarsi, se non per esigenze didattiche, in spazi esterni delimitati da porte di sicurezza, quali le uscite posteriori della palazzina centrale, delle aule M e delle aule E, i corridoi centrali di collegamento con gli altri Istituti e le scale di emergenza.
Gli studenti che verranno trovati in tale zone interdette durante l’intervallo saranno richiamati a spostarsi nelle zone controllate e sanzionati. Il presente piano è immediatamente operativo.

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Carmela Maccarrone
Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. n39/1993